Come aiutare nei compiti a casa

Posted on 7 novembre 2013 by Emillucia46 in Articoli Adolescenza, Articoli Infanzia

Lo studio e i compiti per casa rappresentano spesso un problema per i genitori, tanto che a volte diventano perfino un fertile territorio di scontro. L’abilità di studio è in relazione con le strategie utilizzate per studiare; è essenzialmente il “come” i bambini/ragazzi affrontano il compito studio. In tutto questo la motivazione gioca un ruolo importante.
Temporeggiare nel fare i compiti, rimandarli a più tardi, fantasticare ad occhi aperti sul libro, interrompere e frammentare lo studio con pretesti banali, opporsi apertamente, eseguire i compiti in modo frettoloso e impreciso…
Questi sono alcuni dei comportamenti che  mettono in difficoltà il genitore. Spreco di tempo, ma anche di energie che non riescono ad essere canalizzate verso lo scopo.
Spesso per i bambini/ragazzi i compiti sono qualcosa che si deve fare perché costretti,  qualcosa che sottrae tempo al divertimento, anziché qualcosa che consolida l’apprendimento delle lezioni e utile per la vita.
Come intervenire?

Alcuni incontri per apprendere una METODOLOGIA DI STUDIO che risponda allo stile di apprendimento del bambino/ragazzo e le TECNICHE DI MEMORIA.

Condurre il bambino/ragazzo a IMPARARE AD IMPARARE! Il metodo di apprendimento e come si affronta il compito sono i veri contenuti.

Aiutare ad ORGANIZZARSI (luogo, tempi, materiale): un bambino/ragazzo organizzato è in genere uno studente che va bene a scuola.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>